mercoledì 5 novembre 2014

Lavori in vicolo Jacometti, prosegue riqualificazione centro storico

RECANATI - Iniziati i lavori di sistemazione di Vicolo Jacometti, il
caratteristico passaggio tra Piazza Giacomo Leopardi e la zona
retrostante la Chiesa di Sant'Anna.
Dopo la sistemazione del Belvedere, del Vicolo del Teatro e di Via
Campo dei Fiori in zona Duomo E Villa Colloredo, l'amministrazione
comunale prosegue gli interventi di rigenerazione del centro
storico.
Vicolo Jacometti è senza ombra di dubbio uno degli angoli piu'
suggestivi della città tanto da essere stato scelto dal regista
Mario Martone per girare una delle scene del film Il giovane
Favoloso che racconta la vita di Giacomo Leopardi.
La ripresa è stata effettuata all'ingresso del vicolo, sulla sommità
della scalinata Broglio D'Ajano.
Quest'ultimo intervento è solo l'inizio di un grande progetto volto
alla riqualificazione di tutte le zone del centro storico.
In cantiere la sistemazione di fognature, interramento cavi e
lavori di decoro complessivo in modo da rendere le vie piu' sicure
e accoglienti per cittadini e turisti.
Lavori in vicolo Jacometti, prosegue riqualificazione centro
storico


giovedì 11 settembre 2014

Scoperto nuovo talento a Recanati

Bianca si cimenta in una cover "eccezionale"! Rihanna California King Bed

Interpretare una canzone impegnativa come la canzone di Rihanna California King Bed, conosciuta da tutti grazie alla Voce per eccellenza. Ecco la sorprendente scoperta di un talento nel nostro territorio d'eccellenza.
https://www.youtube.com/watch?v=WHIaE8PV_cw



giovedì 12 settembre 2013


RECANATI - Conto alla rovescia per l'inizio delle riprese del film "Il giovane favoloso" su Giacomo Leopardi (nella foto il regista Mario Martone).
Oggi in Regione e' prevista la conferenza stampa nazionale alla quale partecipera' anche il Sindaco Fiordomo. Sindaco che dopo essersi incontrato con commercianti e residenti di Montemorello ha riunito i residenti ed operatori commerciali del Duomo per illustrare le modalita' organizzative che
accompagneranno da lunedì, e per alcune settimane, le riprese del film.
In tutti c'e' la consapevolezza della straordinaria opportunita' per Recanati e la Regione Marche costituita da un film che regista e produzione puntano a presentare ai prossimi Festival di Cannes o Venezia.
L'organizzazione e' talmente meticolosa e puntuale, grazie alla presenza costante di Vigili Urbani, Protezione Civile, Associazione Nazionale Carabinieri e addetti comunali, che i piccoli disagi saranno limitati. Qualche piccolo sacrificio per un grande progetto.

mercoledì 20 febbraio 2013


L'ex comandante della Costa Concordia Francesco Schettino come testimonial per il rilancio del turismo di Numana, in provincia di Ancona. La proposta è di un amico albergatore. Ma il sindaco insorge: "Il paese non lo vuole".
ANCONA - L'invito all'ex comandante della Concordia Francesco Schettino a partecipare a un incontro a Numana per un progetto di rilancio dell'immagine della Riviera del Conero nel mondo scatena le proteste del sindaco e delle associazioni di categoria, che la bollano come un'idea ''buia, malsana e fantasiosa''. Tutto parte da una notizia comparsa sulle pagine locali del Resto del Carlino, secondo cui un operatore turistico numanese, di cui non viene fatto il nome, ha contattato Schettino in virtù del loro rapporto di amicizia.
INIZIATIVA ISOLATA. Un'iniziativa isolata, pare di capire, se è vero che nessuno, tra i rappresentanti delle principali associazioni di categoria, ne sapeva qualcosa. ''Ho avuto modo - dice Carlo Neumann, presidente dell'Associazione Riviera del Conero - di confrontarmi con altri presidenti di categoria, in particolare con la presidente dell'Associazione albergatori Riviera del Conero Annamaria Ciccarelli e con il presidente del Consorzio turistico Numana Marco Agazzani, che all'unisono smentiscono qualsiasi possibilità di sviluppo della malsana idea di avvalersi di una qualsiasi forma di collaborazione con Schettino. Mi auguro, qualora fosse realmente stata partorita localmente da qualcuno, che ci si sia resi conto del danno d'immagine che arreca al territorio del Conero''. ''Auspichiamo vivamente - incalza Neumann - che questa buia fantasia non abbia fondamento alcuno: una persona divenuta famosa per un evento cosi' negativo sicuramente non deve essere associata a una località che vive di turismo, bella e solare''.
EFFETTO BOOMERANG. E di effetto ''boomerang'' parla anche il vicepresidente regionale di Confesercenti, Giancarlo Gioacchini: ''Non è sicuramente un fatto positivo per l'immagine della Riviera del Conero. E' una cosa fuori da ogni logica''. Un'idea di chi possa aver pensato a Schettino per questo ruolo se non di 'testimonial' di esperto di turismo, ce l'ha il sindaco Marzio Carletti (Pd), che sul punto, però parla solo fuori taccuino. Carletti sa che l'operatore e il capitano si conoscono, per il resto 'no comment'. Ma va giù duro, tenendo a freno la facile ironia, sull'iniziativa: ''Apprezzo lo sforzo di fantasia, ma bisogna partorire qualcosa di più interessante. Spero che non ci sia nulla di concreto: la cosa mi vede assolutamente contrario. Al di là di tutte le considerazioni e l'aspetto giudiziario, Schettino non mi sembra la figura corretta a cui riferirsi per rilanciare l'immagine turistica di Numana''. Dunque, ''un'idea fantasiosa con un vizio d'origine''. ''L'accostamento del nome di Schettino con Numana lo eviterei in ogni modo. Mi auguro che si tratti di un'idea isolata. Qualora poi ci fosse qualcosa di concreto, come amministrazione non vogliamo essere coinvolti''.
Fonte Il Messaggero

venerdì 25 maggio 2012

Vacanze in tempo di crisi

Gli italiani in tempi di crisi cambiano il modo di fare vacanze. Un’indagine del Centro Studi del Touring Club mostra come siano diminuiti i pernottamenti all’estero, le tradizionali vacanze al mare e le consuete settimane bianche. Cresce domanda di vacanza  non solo più breve ma anche responsabile, accessibile, di qualità ed a contatto con cultura e  paesaggio.
Oggi, grazie all’iniziativa di privati illuminati, vi proponiamo “un viaggio fra i viaggi” che propongono a Recanati tranquillità, cultura, natura, relax  prevalentemente a bambini, giovani e famiglie con la  Casa Vacanze B&B di Vicolo Jacometti a Recanati.
L'appartemento di Vicolo Jacometti  è  un  delizioso  appartamento situato nel cuore di Recanati, accanto alla piazza del Municipio,  immersi nella storia del Rinascimento.

Il  B&B si sviluppa all'interno di un appartamento  nascosto in una tranquilla strada nel centro storico di Recanati, posizione ideale per soggiornare in questa magnifica città e visitare le principali attrazioni, come la Casa di Leopardi, la Cattedrale di San Flaviano,  etc

 L’ appartemento di vicolo Jacometti è un posto ideale per viaggiatori romantici e curiosi, alla ricerca di atmosfere dal passato antico, dove poter ritrovare ancora cose autentiche e originali e passare una vacanza serena.

martedì 8 maggio 2012

Ricordando Falcone e Borsellino a Dialoghi in Corso
Per Dialoghi in corso, rassegna organizzata dall’Associazione Lo Specchio ,  appuntamento a Porto Recanati Il  12 maggio presso la Palestra Diaz, corso Matteotti, alle ore 17,30 dove si parlerà di legalità e di due personaggi che possono essere considerati a tutti gli effetti “eroi civili” per il coraggio con cui hanno affrontato e combattuto le mafie, pagando per questo con la vita.  A vent’anni dall’uccisione di Giovanni Falcone, della moglie Francesca Morvillo, di Paolo Borsellino e dei loro agenti di scorta, il ricordo dei due magistrati che hanno sacrificato la loro vita contro Cosa Nostra toccherà allo scrittore  Manfredi Giffone che   presenterà “Un fatto umano”, un poetico omaggio ai magistrati Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, pubblicato da Einaudi nel 2011, nel ventennale della loro morte.  
Il volume a fumetti (realizzato con Fabrizio Longo e Alessandro Parodi) racconta la loro storia e quella della mafia siciliana e dei suoi connubi con la politica. Tra gli anni Settanta e l'inizio dei Novanta, Cosa Nostra è l'organizzazione criminale più potente al mondo e i Corleonesi di Totò Riina scatenano una guerra interna alla mafia e contemporaneamente lanciano un assalto frontale allo Stato. In questo clima di violenza, nonostante tutto, un manipolo di uomini intraprende una lotta per contrastare la mafia e recidere i legami che l'avviluppano alle istituzioni. Gli effetti di questa lotta si proiettano tuttora nella vita pubblica italiana.